doctorwhocast

Doctor Who: Jodie Whittaker e i nuovi companion

Un teaser della stagione 11 per presentare al pubblico i prossimi compagni di viaggio del Dottore

 

Il tredicesimo Dottore sta per arrivare sugli schermi di tutto il mondo; la serie tv di fantascienza più longeva di sempre continuerà a mostrare al pubblico incredibili avventure, in un viaggio senza fine attraverso tempo e spazio a bordo del Tardis.

Jodie Whittaker (già vista in Broadchurch e Black Mirror) è infatti pronta a vestire i panni di un personaggio amatissimo e iconico, portando con sé la rivoluzione delle sembianze femminili di Doctor Who, che per la prima volta in oltre 50 anni viene interpretato da un’attrice.

Il già annunciato cambio di rotta nella gestione della serie coincide con l’avvicendamento tra Steven Moffat e Chris Chibnall nel ruolo di showrunner e mente creativa al comando, che porterà anche un visione nuova e uno stile narrativo diverso nella storyline dell’ultimo dei Signori del Tempo.

doctor who 13

La novità più recente riguarda i prossimi companion del Dottore, mostrati in anteprima mondiale in un teaser diffuso da BBC America, grazie al quale possiamo finalmente fare la conoscenza dei tre nuovi personaggi che affiancheranno Tredici nelle sue scorribande temporali.

Nel simpatico filmato, della durata di appena 40 secondi, Ryan, Yasmin e Graham (interpretati rispettivamente da Tosin Cole, Mandip Gill e Bradley Walsh) sono le (in)consapevoli “vittime” di un’inedita vena ironica e quasi infantile del Dottore, che sfrutta la sua capacità di manipolare il tempo per alterare la loro realtà.

Lampi di luce, cibo sottratto, riviste sostituite; innocenti scherzetti che annunciano il ritorno della tredicesima rigenerazione dell’alieno di Gallifrey, pronta ad affrontare nemici spietati, lottare contro misteriose creature dello spazio e a schierarsi in difesa dei più deboli.

Il sorriso della Whittaker è una vera e propria ventata di freschezza (nonostante tutte le polemiche che hanno accolto il cambio di sesso del personaggio) e lascia immaginare un mondo di infinite possibilità, per regalare a Doctor Who un passaporto verso una nuova era televisiva.

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *